lunedì 29 marzo 2010

In nome del popolo delle Falene!


Mi bruciano gli occhi, sono morta di sonno o quasi , ma non resisto alla mia voglia di indignazione. Anche se a ben vedere trattasi di: Cronaca di una morte annunciata.

Tra un po' ognuno dirà ai microfoni la sua...Ognuno dirà di aver vinto queste elezioni regionali e di aver raggiunto comunque un traguardo al di sopra delle previsioni.

Bugie.

Bugie come quelle che sento raccontare tra la gente, tra di noi. Con chi parli parli, son pochissimi quelli che ammettono di votare a destra o la lega...Ma guarda caso poi vengono votati. In Sicilia e in Calabria ci lamentiamo e poi siamo i primi ad andare a votare per l'amico, dell'amico di...

In realtà a queste elezioni ha vinto il popolo che si è tenuto fuori dai giochi, che non si è turato il naso come me o che peggio è andato a votare senza sapere che cazzo faceva o lo sapeva fin troppo bene.

Ha vinto un popolo silenzioso che silente tesse le trame del dissapore e del malcontento. E male fanno e faranno quei partiti che ancora non ne tengono conto.

E' ovvio che chi ha deciso di non votare apparteneva alla sinistra e ora non si sente più da essa rappresentata. Una sinistra che in Calabria sceglie un rappresentante già noto per il malcontento che aveva creato. E che ha trascinato con se persone invece valide che meritavo di rappresentarci. Ma ai Vertici di questa Sinistra suicida non si è voluto intervenire e mi domando il perché di tutto questo. Demoliscono ogni giorno di più, invece di ricostruire e far fuori tutto il marcio che hanno in casa propria. Stanno attaccati come piovre alle loro poltrone ormai consunte dai loro viscidi sudori.

Mentre a destra si va a votare, perché Napoleone un suo disegno o 'programma' ce l'ha. Marca stretta la Lega, che dall'alto della sua ignoranza, fà proseliti giocando la carta del facile populismo.

Loro vincono con la Videocrazia :http://it.wikipedia.org/wiki/Lo_Stato_seduttore Leggete e comprenderete cosa voglio dire...Lo Stato seduttore, che si serve dei mezzi, non di parole o programmi per arrivare alla gente. A questo Stato serve sempre più gente meno acculturata che vive di spot e Mulino Bianco. E tira a campare tra una bestemmia , una birra e un rutto di troppo.


Non voterò mai più se sono questi i presupposti, non voterò mai più se non vedrò un volto nuovo che non sappia di muffa e di rancido. Sono una piccola cosa insignificante a questo mondo, ma darò il mio contributo così...Non mi turerò più il naso...Non farò mai più la falena tra tante falene che colpite dalla luce sbattono impazzite da tutte le parti senza concludere nulla. Non voglio contribuire a rendere questo mondo peggiore ed il mio Paese senza speranze. Io ci credo ancora nonostante tutto...Prima o poi i nodi verranno al pettine, le promesse non saranno mantenute e il Paese sarà sempre più povero e arrogante...

Nella provincia dell'Aquila sta vincendo la destra...Non capisco, non comprendo. Ma allora chi si lamenta e perchè? Non mi torna più nulla...

Loiero in Calabria (sinistra)dice: Sconfitta inspiegabile...Ahahah, già è inspiegabile il 33%di voti che ha preso piuttosto...
In Provincia di Brescia vince il figlio di Bossi quello che ha ripetuto più volte la maturità...Vi ho detto tutto.
Nella Regione Lombardia vince l'igienista dentale di Berlusconi...
Alle prossime elezioni candiderò Ciccio il mio cane, sicuramente prenderà un sacco di voti, non fosse altro che per la simpatia.

Assurdo, un teatrino, siamo diventati un teatrino e noi siamo le comparse che per due lire vendiamo anima e dignità.
Metà Italia merita quello che ha contribuito ad alimentare...





19 commenti:

  1. dovevamo seguire il nostro primo istinto, non andare a votare e basta, altro che riflessioni!,
    e invece anch'io dopo tanto riflettere.........

    RispondiElimina
  2. Nicole, attendo i risultati definitivi. Poi, analizzero' alcuni dati e ne trarro' le mie conclusioni.
    Pero' molte cose in tv non le dicono. Ad esempio che al nord si e' presentata anche la lista di Grillo che indubbiamente ha pescato nel serbatoio della sinistra (in emilia romangna ha preso quasi il 7%! E in Piemonte se la sinistra perdera' la regione sara' a cause dei grillini che hanno ottenuto il 3%), e in Calabria l'IdV di Di Pietro ha raggiunto punte dell'11%. Per cui, se si considera che la lega ha aumentato i suoi voti a scapito del PdL, si puo' dire che in queste elezioni, nonostante abbiano vinto tutti i veri perdenti sono i due partiti principali PD e PdL.
    Di sicuro hanno perso gli Italiani... ma quello ormai dura da molti anni.
    Comunque io non credo che sia giusto non votare. E' proprio quel 7% in Emilia Romagna e a quel 3% in Piemonte che, se alle prossime alezioni aumentasse, potrebbe dare all'Italia un partito sul modello dei "Pirati" svedesi.

    RispondiElimina
  3. @Chiara

    La Bresso in Piemonte HA perso per i suoi 5 anni di governo regionale. Per ciò che ha fatto e ciò che NON ha fatto. Per la sua politica sulla TAV, e per il malcontento che ha creato nei Piemontesi. Se guardi ha preso tanti voti a Torino, città orientata a sinistra, per ragioni storiche. Fuori Torino, nelle altre province, ha perso ovunque. Non si può certo imputare alle liste civiche di Grillo una sconfitta "cercata" dalla """sinistra""" col lanternino.
    Cerca e ascolta i discorsi della Bresso e il suo programma.
    Questa sinistra di sinistra non ha più nulla. Una sinistra che insegue il PdL nelle sue stesse politiche, una sinistra che per non rischiare imita il suo avversario. E perde. Perché l'ellettorato di sinistra si sente preso per il Q e o non vota o vota altro.
    E non scordiamoci che il 36 e rotti per cento degli elettori NON ha votato (a questo dato bisognerà poi sommare il numero di schede nulle), quindi chiunque vincerà deve tenere bene a mente che NON rappresenta il 64% degli italiani!!!

    RispondiElimina
  4. Lega al 30% in Lombardia, mi viene da piangere.
    Sono i peggiori.
    I peggiori perchè non sono come il PdL, non si limitano a ingannare il popolo, lo incattiviscono.
    Lo ripeterò sempre: la Lega aveva, all'origine, un senso - Roma era, come è, una fogna, l'assistenzialismo rovinava il sud, il magna magna dei socialisti al nord idem ...
    Ma adesso è il PEGGIO del PEGGIO.
    Renzo Bossi ... ci rendiamo conto?

    Sono FELICE delle sconfitte della sinistra in Calabria e Campania.
    Adesso sono OBBLIGATI a destituire la attuale dirigenza.
    Non si sono fatte le primarie?
    Non si è permesso ai TANTISSIMI onesti campani e calabresi di potersi candidare?
    Ecco, questi sono i risultati.

    Tristezza mia cara Nicole.

    RispondiElimina
  5. io sono contenta per la mia Puglia: Vendola ha stravinto.mi dispiace solo per la mia città, dove la metà ha votato per un partito mafioso di destra,ovvero la puglia prima di tutto,che schifo.

    RispondiElimina
  6. Nicole, cara amica.
    Sono convinto che i politici populisti, in generale, e in tutto il mondo sono uguali, e sono realizzati con la stessa materia prima, schifezza ,
    In Brasile ci sono le elezioni generali nel mese di ottobre 2010.
    Il nostro sistema politico è presidenziali e deve essere rinnovato attraverso l'unirversal sulfragio di 4 in 4 anni.
    l'ondata di scandali dai ladri politici sono costanti e quelli che vanno in prigione,immediatamente liberati !
    Io voto per le elezioni perché credo nella democrazia, ma più "non credo nei politici" realizzati con questo materiale grezzo universale (schifezza).
    Bacio
    Buona settimana
    PS-Spiacente, il mio male la lingua italiana, ho imparato da mia nonna che era italiano.(Mia nonna ha insegnato molto bene, io sono cattivo studente)
    Ciao

    RispondiElimina
  7. Ciao Nicole,

    non ho seguito in questi giorni né blogosfera né soprattutto elezioni.

    Però ora ho letto il tuo post che mi ha fatto tornare alla mente alcune le parole di "Smisurata preghiera", e te le riporto qua sotto. Fanno raggelare...

    "Coltivando tranquilla
    l'orribile varietà
    delle proprie superbie,
    la maggioranza sta.
    Come una malattia,
    come una sfortuna,
    come un'anestesia,
    come un'abitudine."

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  8. Concordo con la tua ultima riflessione. Questo è quello che l'Italia merita.
    Punto.

    RispondiElimina
  9. Ieri una persona mi ha chiesto:
    “Come possiamo cambiare tutto questo? Invertire la tendenza?”
    Sono rimasto come un pirla senza una parola. In età giovanile mi sembrava possibile tutto, la rivoluzione, il partito, l’associazionismo. Ora non vedo soluzioni, individualisti, piccoli, pochi e divisi. Dividi et impera, dicevano i romani. E questi lo hanno capito bene. Siamo divisi, in centinaia e centinaia di associazioni, decine di partiti, comitati, ecc…Ognuno dietro il nostro limitato obiettivo, ciechi di fronte a tutto il resto.
    Forse anche questa volta un cambiamento, se è quando ci sarà, dovrà arrivare dall’esterno, ancora per l’interesse di qualcuno e i benefici di pochi. Io mi sento impotente e a dirla tutta, non ho più neanche voglia di impegnarmi.
    Buona Italia a tutti

    RispondiElimina
  10. Pensare che l'igienista dentale l'avevo sotto tiro .... ma s'è "infilata" sotto la scrivania del Paziente/Premier poco prima che arrivassi e non mi andava di disturbare il suo lavoro eseguito con tanta professionalità .... (scusa l'immagine non del tutto poetica ma rende l'idea??)

    Buona giornata Nicole!
    Joh

    RispondiElimina
  11. IO NON HO VOTATO, resto indifferente alla politica delle elezioni, ma non si faccia l'errore di giudicarmi per quanto sin quì ho scritto... e non mi interessa l'analisi del voto di chicchessia fatta con lo spannimetro..., aspetto la discussione interna al PD, aspetto di poter valutare i dati e come saranno letti all'interno del partito a livello nazionale, per regione, per provincia, per comune.

    Mi aspetto un'ampia riflessione e sarebbe meglio che il gruppo dirigente attuale sia capace di fare autocritica sullaa strategia elettorale adottata e sui candidati proposti in determinate regioni.

    Mi aspetto tante altre cose che comunque dirò nelle sedi opportune, quando saranno convocate le assemblee degli iscritti che mi auguro altresì siano aperte alla riflessioen e al contributo dei singoli cittadini che vorranno partcipare.

    Mi aspetto che la battaglia politica sia aperta senza cordate precostituite a priori, né tentare di mettere sotto il tappeto la cenere della sconfitta, o di semplificare il tutto dando magari la colpa agli altri partiti, partitini ecc.; insomma é giunto il momento di dire di quale PD dobbiamo costruire da quì in avanti: UN PARTITO DEMOCRATICO, LAICO, ANTI NUCLEARE,ANTIFASCISTA,ANTIPIDUISTA ECC.
    UN PARTITO CHE SAPPIA PROPORRE UNA STRATEGIA PER LE NUOVE GENRAZIONI, UN PARTITO CHE NON ABBIA PAURA DI DIRE CHE IL VECCHIO PCI,PDS,DS...FANNO PARTE DELLA STORIA, CHE ESSERE PROGRESSISTI O GENERICAMENTE DI SINISTRA ( CE NE SONO TROPPE SIGLE... ).
    SERVE CHE LA GENTE VEDA I FATTI CHE, GLI UOMINI DI SINISTRA SONO IN GRADO DI PROPORRE E CHE COME DICEVA "A.GRAMSCI" - IL PARTITO E' L'AVANGUARDIA, LA FORZA MOTRICE DEL CAMBIAMENTO SONO I CETI PRODUTTIVI,INTELLETTUALI,LA SOCIETA'IN GENERALE.

    Concludo dicendo che non replicherò su questo commento a eventuali repliche polemiche o di condivisione e non per spocchia o quant'altro, semplicemente perché dagli altri commenti traggo suggerimenti, novità, e sincerità e soprattutto elaborazioni di idee per il futuro.

    A te Nicole chiedo scusa per la lunghezza del commento. Ciao, eros

    RispondiElimina
  12. non e' certo facendo come gli struzzi che si possono risolvere i problemi.tutti con i nostri distinguo,le nostre verita',pienamente condivisibili ma che purtroppo servono solo a dare ancora piu' potere al nano.l'esempio del piemonte e' lampante.chi ha votato "no tav" ora la tav se la ritrova di sicuro.era un'occasione unica per gettare il nano dalla torre visto il carattere refendario che hanno assunto queste regionali.non ho mai votato PD ma stavolta, seppur indirettamente, l'ho fatto votando la lista di Vendola dimostrando cosi'la mia disaffezione alla direzione del partito ma nel contempo non gettando il voto nel marasma dei vari partitini che non fanno altro che il gioco di B.
    ora ci ritroveremo qui,come su altri blog a masturbarci mentalmente su come e' becera la lega,come e' cattivo B.,quant'e' brutto la russa
    e di quante troie puo' contare il nostro parlamento,di questa sinistra incapace,divisa,inconcludente che non ha programmi.tutte cose vere ma che non servono ad una benemerita minchia

    RispondiElimina
  13. ...Emigrare non è un'opzione, ma una necessità.

    RispondiElimina
  14. La frase fatta che viene usara spesso è "a porci e cani".
    Alle prossime elezioni - poiché il mio voto non è mai andata ai "porci" - andrà ai "cani" e quindi
    meno male che Ciccio c'è.

    RispondiElimina
  15. "commento di circostanza... oggi son troppo deluso!"

    RispondiElimina
  16. VERISSIMO, ma l'indignazione non è mai abbastanza ...

    La foto è splendida !

    RispondiElimina
  17. che dire ... vogliamo parlare della Polverini nel Lazio?
    sono schifata quanto te, e come te mi chiedo chi siano questi che quando ci parli non votano a destra e poi, non si sa come, vincono sempre...
    Kirkel è un mio caro amico, e non posso non trovarmi d'accordo con il suo commento..

    PS: che non c'entra nulla, ma ho ritrovato per caso un tuo post a me dedicato di aprile 2009. ho ripensato che già un anno fa tutto era chiaro e io no volevo vederlo...
    che tristezza, ora posso solo brindare per esserne uscita!
    Viv

    RispondiElimina
  18. Resto sempre stupito dai commenti di chi si lamenta della sinistra. La "Sinistra" in italia non esiste più da tempo, solo che non se ne sono ancora accorti. L'Italia, facciamocene una ragione.. è un paese vecchio, abitato da ultrasessantenni che votano Lega e PDL per paura dell'uomo nero ed i cosiddetti "giovani" sono rincoglioniti dietro le veline e gli sballi e quindi votano anche loro da quella parte. Il resto...sarebbe la sinistra.
    Comunque il risultato elettorale è molto intrigante, persino migliore di una eventuale vittoria della pseudo sinistra che avrebbe compattato la destra. Dati alla mano il cavaliere ha perso una marea di voti e questi sono andati alla Lega...vediamo come se la cava, prima era lui il capo-mandamento...ora un pò meno.
    a.y.s. Bibi

    RispondiElimina
  19. Anni fa cera Cota alla mia provincia (novara) Lo contattai per un diritto che a Sara le era stato negato, pensavo che la mia mail andasse nel cestino direttamente ebbene sebbene non eravamo in odore di elezioni mi stupii della velocità di risposta e di come in quattro e quatrotto venne ripristinato un servizio che mi era stato tolto.
    All'epoca come sindaco al mio paese cera un tale di sinistra che si negava sempre, mi ricordo le spole che facevamo noi mamme di bambini disabili e le poste sulle scale del comune per braccarlo per ottenere un obbiettore che col pulmino ci portasse alla fisioterapia.


    Ecco poi perchè la gente li vota!

    Un bacio E buona Pasqua.

    Unachicca Cristiana

    RispondiElimina