sabato 2 gennaio 2010

Seguendo nuove rotte...

Il mio 2010 è iniziato inquieto...Notte insonne e agitata. Risveglio con la sensazione di qualcosa di sospeso. Telefonate calme all'inizio e poi via via nevrotiche. La scusa di litigare per aprire l'argine. Comincio ad avvertire la paura del rientro.
Mi dispiace lasciare le persone che mi hanno fatto sentire bene, che mi hanno aperto le porte della loro casa e del cuore.

Ma devo andare...
Non pensate che ad attendermi ci siano Orchi...ma ci sono tante cose sospese che andranno chiuse. Sono partita con due valigie e torno con tre, più un borsone...Ho comprato regali per tutti. Per me, poco e niente...Il mio regalo è la speranza di un futuro più sereno...Sono cambiata dentro e fuori. Oggi ho avuto l'ennesima conferma della stupidità umana. E del mio carattere alle volte troppo caparbio e ostinato. Ma il fatto di riconoscerlo è già un miglioramento...Non si può ricavare niente dalle rape...solo puzza.
Ed io ultimamente avevo a che fare con rape...Cuociano pure nel loro brodo per sempre...Sono stanca, non ho più voglia di dare ennesime ed inutili opportunità. Spero solo che il mio Ciccio mi riconosca e non sia molto offeso con me...La notte è fredda, ma il silenzio mi avvolge e rende i miei pensieri meno angoscianti. Non ho mai avuto paura del buio...Ho più paura degli spazi limitati, da tutto ciò che impedisce ogni via di fuga. Ho sempre bisogno di uscite di sicurezza...
Odio anche le persone limitate...quelle che hanno paura di interrogarsi, che si impossessano della vita altrui, e che decidono anche per gli altri. E che raggiungono il massimo decidendo per te cosa ti rende felice. Vorrei un 2010 sgombro di persone esaltate. Voglio la normalità, piccole grandi cose...e non voglio domande. Io non ne faccio mai, ma chissà perché a me le pongono sempre...Ora che ho scritto mi sento già meglio...non ho sonno, ma arriverà...e arriverà una nuova alba. E comincerò a preparare le valigie...Dentro non ci saranno solo i regali, ci sarà un po' di vecchio e un po' di nuovo di me...Una donna in evoluzione che ha tante paure, ma anche tanta energia e sogni ritrovati...chissà come andrà...di sicuro il vento è cambiato.

18 commenti:

  1. Uscite di sicurezza.
    Come ti comprendo, non hai idea.

    RispondiElimina
  2. Ecco cosa penso, se ti può servire? scrivi: "Comincio ad avvertire la paura del rientro." Paura di chi, che cosa, perché ? Lo sapevi da quando sei partita che saresti ritornata a casa e che tutto era in sospeso...ha fatto quello che ti sentivi di fare, ora devi solo concludere quello che hai iniziato con la partenza da casa.
    Coraggio,allora sii determinata senza ripensamenti di alcun genere; lo scrivi in questo post " Il mio regalo è la speranza di un futuro più sereno...Sono cambiata dentro e fuori. "
    Ho avuto modo già di manifestarti cosa penso...L'artefice del tuo futuro sei Tu e solamente Tu con le tue scelte, il resto, tutto ciò che ti gira intorno non conta in questo contesto: Passa, Guarda e non ti curar di loro come dice il sommo poeta!!!
    Il tuo futuro sta in ciò che hai appreso in quest'ultimo mese fuori casa, e se ti ha convinta, appagata, allora parti da QUI'.
    Ciccio il tuo bellissimo labrador nero, ti farà le feste...credimi e sappi che per esperienza, le chiacchiere di parenti, ex e amiconzoli vari, sono parole che una volta dette volano al vento, é importante che tu non faccia prevalere il tuo orgoglio, altrimenti ti fotti con le tue stesse mani...SII INDIFFERENTE A CIO' CHE PENSI NON TI APPARTENGA PIU' !!!
    Che dire d'altro se non che augurarti buon viaggio e di risolvere definitivamente IL PROBLEMA...

    eros né un dio, né un demone, né un umano

    RispondiElimina
  3. Avere una via di fuga, un alternativa, io la chiamo libertà. Credo che sia un desiderio sacrosanto. Ti auguro un buon anno, che il vento nuovo che senti ti porti dove più desideri. Un abbraccio. Ciao

    RispondiElimina
  4. Ciccio ti riconoscerà come fossi stata via poche ore, lo so per esperienza con le mie bestioline.
    A presto!

    RispondiElimina
  5. " Odio anche le persone limitate...quelle che hanno paura di interrogarsi, che si impossessano della vita altrui, e che decidono anche per gli altri. "
    Un altra nota...un altro punto in comune...e la lista si allunga...
    Bè...purtroppo, tesoro, le cose non affrontate, non concluse, saltano sempre a galla come anguille nella vita (arghhhh!!!) ed anche se allontanarsi da l'impressione che le abbiamo seminate, in realtà, prima o poi, i conti si fanno sempre...
    Però, direi d'investirti di buona volontà e di definire tutto una volta per sempre!
    Pensa che leggerezza dopo...
    E finalmente, così, potrai definitivamente dire ADDIOOOOOO!!! al marciume!
    Per quanto riguarda "i limiti umani"...bè, per quello ho imparato!!
    Suggerisco...
    Ignora, l'ignoranza...
    pane-pane-vino-vino, fa sempre sentire meglio...^_-.
    Un abbraccio luuuuuuungo!

    RispondiElimina
  6. Spero sappia "leggerlo" bene questo vento e possa portarti lontano, verso le mete desiderate.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Happy New Year
    or in Dutch we say
    Gelukkig Nieuwjaar :-)

    Kareltje =^.^=
    Anya :-)

    RispondiElimina
  8. Quel vento ti porterà cose belle, lo sento:O)
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  9. Grazie!

    E' prezioso, il vento ;)

    RispondiElimina
  10. E' mio parere che questa vacanza ti abbia giovato e che quando rientrerai nella tua casa, nelle tue cose, tra i tuoi cari e nelle "braccia" di Ciccio ti sentirai molto meglio fisicamente e spiritualmente.

    RispondiElimina
  11. Ciao Nicole..per Te la vita e una lotta continua contro spettri del Tuo passato.Il passato è utile per vivere meglio il presente ed interpretare meglio il futuro. Il passato non deve essere un pozzo di ricordi, dove attingere secchiate di rancore nei momenti di solitudine.
    Vai per la Tua strada senza voltarti indietro..chi Ti ama Ti segue.
    ciottiba.

    RispondiElimina
  12. buon 2010 anche se in ritardo!

    ^_____________^

    RispondiElimina
  13. Very touching story !!
    (@^.^@)

    RispondiElimina
  14. ..leggerti è un pò come accompagnarti nel tuo viaggio, ma c'è anche una parte voyeuristica ,io te lo confesso,perché sono sincera,e poi mi sembra anche d'imparare qualcosa dalle tue esperienze,nonostante non sia io a farle..strano ,vero?! Tu stai vivendo quello che io ho dentro ..quante vite ...tutte diverse ma spesso molto simili ,soprattutto nel modo di sentire.
    Fai buon rientro,tanto prima o poi bisogna rientrare,perché stare in sospeso è una condizione stupenda ma qualcosa te lo fa sempre ricordare e anche il piacere finisce per ..stare in sospeso ..

    Ciccio...lui ti ama ..chi ama non dimentica ,non perdona,non chiede nulla ...c'è e..ama .

    RispondiElimina
  15. Io sto buttando il vecchio.... faccio scatoloni di cartone e faccio cernite. Sto traslocando... sto cambiando. Non è una scelta voluta ma èpur sempre una scelta. Rido, butto, imballo, penso, faccio progetti...

    Tutto si modifica e tutto cambia... basta affrontare le cose con la massima serenità e cogliere il meglio da tutto, anche dalla tristezza.

    Un abbraccio
    Johakim

    RispondiElimina
  16. Nicole, il vecchio e il nuovo è un bel misto. Il meglio del vecchio ti farà star bene, perché ti aggrapperai quando ne sentirai il bisogno. Il nuovo è straordinario perché sarà tutta una scoperta.
    Un bacione e un buon 2010.....

    RispondiElimina
  17. Sbarazzati di tutti gli idioti che intralciano il tuo cammino, ritrova la parte migliore di te e vola sempre alto verso quello che spero sia un rdadioso 2010

    Clelia

    RispondiElimina
  18. Il vento cambiato, le persone giuste, i tuoi cambiamenti...il rientro...in maniera differente ma capisco bene, solo che io dovrei smettere di tempestarmi di domande...sono rientrata da poco e già vorrei ripartire...e non tornare...ma non posso ancora, devo portare a termine quello che ho iniziato, solo allora sarò libera di vivere la mia vita, per ora cercherò di sfruttare al meglio il tempo che mi vede ancora legata qui...ora che ho sentito il richiamo di casa in un altra città, anche ora che sono sola, vorrei solo stare li e continuare il viaggio dentro di me mettendomi alla prova la...un abbraccio ora spulcio i tuoi scritti che in questi giorni ho perso

    RispondiElimina