domenica 15 marzo 2009

Pensieri tra veglia e sonno

Sono sveglia dalle cinque...mi faceva caldo e mi rigiravo inquieta nel letto. Appartengo a quella categoria di persone, che nel letto ci sta volentieri solo se dorme o si fà l'amore...ma così giusto per, no...preferisco alzarmi guardare fuori o leggere e stare al pc.
Mi sta anche venendo fame...il fatto è che poi sentirò sonno verso le dieci ...ma è davvero bello vedere albeggiare...il silenzio ed i rumori della natura.
Oggi andrò' di nuovo per piante....c'è un grande mercato nella mia città, di piante , vasellame e vimini...mi incantano i fiori e tutto ciò che è ceramica e vetro.
Andrò all'ora di pranzo, perchè c'è meno confusione ed io non amo la caciara. Ieri ho comprato dei vasi di ceramica e tre piante grasse...oggi credo farò di peggio.
Ora faccio colazione e mi rinfilo nel letto...ricomincio a sentire sonno. Che dirvi...Buon giorno e buona giornata...la mia è momentaneamente finita:)

10 commenti:

  1. Ti auguro una lieta domenica!

    RispondiElimina
  2. buona giornata anche a te,e' bello cogliere gli attimi silenziosi del mondo

    RispondiElimina
  3. Mi hai riportato alla mente alcune notti insonni, di qualche estate fa, fra caldo e zanzare.

    E mi hai ricordato di quanto bello possa essere osservare il mondo mentre ancora dorme.

    Alle 4 del mattino, sul terrazzo dei miei, in Sicilia, a guardare le lampare delle barche intente nella pesca, con le luci di capo Milazzo e di Vulcano e Lipari (e nelle notti più terse anche quelle fievolissime di Stromboli) a fare da sfondo, con il cielo pieno di stelle come una splendida cornice.

    E guardando quel cielo, fermarsi a pensare... al nulla, perché ti rendi conto di quanto immenso sia l'universo, e di quanto microscopici siamo, persi li in mezzo a tutte quelle stelle. Ma questo nulla rilassa, porta pace. Ti fa pensare che le cose veramente importanti sono altre. Ti porta a scoprire nuovi punti di vista, che durante il giorno non puoi scorgere, perché sovrastati dalla frenesia del quotidiano.

    E poi piano piano vedere l'alba, e il sole fare capolino da dietro lo stretto di Messina. Prima la luce che si diffonde, e poi uno spicchio rosso, intensissimo, che piano piano cresce fino a portare il nuovo giorno.

    E la natura che lentamente si risveglia, con il cinguettio degli uccelli e i cani e qualche gallo (ancora ce n'è) che al nuovo giorno danno il benvenuto.

    Ecco, mi hai riportato alla mente tutto questo.

    E poi, finalmente stanco, tornavo a letto a ronfare fino almeno alle 10 passate :)

    RispondiElimina
  4. e le chiuse incredibili???commentamele ancora un po' per favore

    RispondiElimina
  5. Dalle tue parole, riesco ad avvertire anche la frescura di quelle prime ore del mattino, quando l'aria è più pulita. Ci sono fragranze diverse, suoni e colori che puoi percepire solo a quell'ora, nel silenzio.

    Hai abitudini simili alle mie: sono più i giorni che vado a dormire alle 4 o alle 5, che quelli che vado a letto canonicamente con il calare del sole.

    Un saluto e buona serata!

    RispondiElimina
  6. Nel mio post oggi ho trovato una sorpresa...e che sorpresa! Un tuo commento, Nicole, che sei passata dal mio blog per la prima volta. Avrai già compreso l'enorme differenza d'età fra te e un vecchio come me ma nonostante ciò hai voluto ugualmente postare un tuo commento che ho molto gradito. Ho letto tutti i tuoi post da quando hai iniziato a febraio fino a sabato 14 corrente. Non mi sono annoiato. Tra le foto e i testi una visione e una lettura piacevole.
    Non vado oltre perchè mi sembra d'aver capito che le lodi eccessive non siano di tuo gradimento. Spero di rileggerti.

    RispondiElimina
  7. che dire..Nicole grazie della tua visita, grazie dei complimenti per le foto, grazie di avermi invitato al tuo blog che apprezzo con piacere.. dolce notte.. a presto.
    Maurizio

    RispondiElimina
  8. X viadellapolveriera
    Vecchio? Non scherziamo...conosco giovani vecchi ed è quello il modo più veloce per morire...Io sono onorata di questa tua visita , giuro...sono davvero contenta.
    E poi lo ripeto, vado verso i quaranta un pò di maturità lho conquistata ( forse )...Ritornerò da te con vero piacere.
    P.S.
    I complimenti se sinceri fanno sempre piacere:)

    RispondiElimina
  9. l'insonnia? cavalli bianchi e neri che scorazzano nella prateria del nulla...sia esso fatto di presente che di passato.
    Parli della fiera nella tua cittadella; penso ciò succeda un pò da pertutto; segna l'imminenza della primavera...E' l'inizio della rinascita e di nuova vita/vitalità nell'acqua, nella terra, negli esseri viventi, insomma nei tre regni.

    RispondiElimina
  10. Una domenica ricca di intenti e di immagini intriganti, a quanto vedo...
    :)

    RispondiElimina