domenica 12 luglio 2009

Non sto pensando a niente...





Non sto pensando a niente

Non sto pensando a niente,
e questa cosa centrale, che a sua volta non è niente,
mi è gradita come l'aria notturna,
fresca in confronto all'estate calda del giorno.
Che bello, non sto pensando a niente!

Non pensare a niente
è avere l'anima propria e intera.
Non pensare a niente
è vivere intimamente
il flusso e riflusso della vita...
Non sto pensando a niente.
E' come se mi fossi appoggiato male.
Un dolore nella schiena o sul fianco,
un sapore amaro nella bocca della mia anima:
perché, in fin dei conti,
non sto pensando a niente,
ma proprio a niente,
a niente...

- Fernando Pessoa


Oggi è così...domani magari vi racconterò un'altra storia.

20 commenti:

  1. Il non pensare a niente è un esercizio necessario; un modo per decantarsi di tanti crucci, di tante piccole "paraonie" quotidiane, far silenzio dentro se stessi e cogliere il respiro del mondo.

    RispondiElimina
  2. ^_____________^

    buona giornata di sole

    RispondiElimina
  3. ciao nicole,grazie della tua visita,bello il tuo blog,buona domenica,a presto.

    RispondiElimina
  4. non pensare a niente a volte è la miglior cura per riprendersi spazi che molto spesso concediamo ad altri, quando invece dovremmo concedere a noi stessi.
    bravo pessoa,io lo adoro.

    RispondiElimina
  5. Grazie per i commenti. Sono cresciuto in una terra molto cattiva io. Se non lavori non hai da mangiare...e se non la tratti con le pinze non ricavi nulla. Io ho parlato in quel modo proprio perchè sono cresciuto all'estero.
    Per me il Capo di uno Stato è in primis un uomo. Perfino i giornalisti americani hanno riconosciuto che non è poi così un puttaniere. Secondo me ho esagerato in quel che ho scritto, ma proprio perchè non sopporto più questa politica del' "I Love Papi". Io sono nato e cresciuto tra Spagna e Stati Uniti e so quanto conta la cosa più effimera che è la figura. Tuttavia penso che sia importante anche capire l'uomo. Non penso di dover fare il moralismo che fa una certa sinistra...il mio pensiero era tutto qui.

    Per quanto riguarda il tuo scritto miracoloso...
    "Non pensare a niente
    è vivere intimamente
    il flusso e riflusso della vita..."
    Ti auguro una buona domenica con queste parole.

    RispondiElimina
  6. Pessoa...il poeta finge che sia irreale anche il dolore che realmente sente..

    Credo che Lui fosse uno dei volti della poesia allo stato puro cara Nicole! Il suo prendere possesso dell'anima, monopolizzata solo da se stesso e niente più.Divisibile ma non condivisa, per un giorno almeno..
    Fantastico, sarebbe fantastico!

    Un bacio e buon non-pensiero tesoro!!

    RispondiElimina
  7. se sarai capace di fermare il pensiero allora sei in un'altra dimensione...fermare il pensiero equivale a fermare il tempo, fermando il tempo sei nell'eternità-immortalità. Non é forse l'aspirazione dei mortali conoscere come pensano gli dei-Dio? Ecco allora la necesità di non pensare, per ridefinire se stessi in un processo di morte e trasfigurazione in una nuova dimensione...é difficile? Si può sempre provare, magari, chissa?

    RispondiElimina
  8. Pessoa non pensava ... oggi lo avrebbero fatto ministro della cultura!

    P.S
    Ieri non riuscivo a commentarti. La verifica parole bloccava tutto ... vediamo se questo commento lo pubblica.

    RispondiElimina
  9. Beh adesso ci riesco a quanto pare a commentare,non sto pensando a niente,per cercare di avere la mente libera per pensare a tutto.
    Un bacio

    RispondiElimina
  10. Cara Nicole, non pensare a niente con una foto così, non ci riesco...eh eh...
    Un bacione..

    RispondiElimina
  11. hmmmmmmmm
    Mi daresti la ricetta?
    Magari si può decidere e gestire...il non pensare a niente....
    Io, invece...come al solito...ho la lavatrice in eterno stato di centrifuga.

    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  12. Pessoa é il suo libro dell'inquietudine, che ti fanno compagnia raschiandoti il cuore in svariate domeniche consecutive... Poi succede che lasci quel libro a metá ed esci.. e non rientri piú a leggerlo... Succede, é successo e non la mano , ma il cuore, sul fuoco ce lo metto io...

    Un piacere aver "trovato" il tuo blog... anche se (non per colpa tua) é difficile lasciare un commento :) (dice "pubblicato" ma poi non pubblica.. (spero di non star riempiendo la tua mail di spam

    RispondiElimina
  13. A non pensare a niente non si fa male a nessuno... neanche a noi stessi! E' una sorta di tregua, col mondo esterno e con quello interno. Un cessate il fuoco che ogni tanto ha ragion d'essere: mica è detto che dobbiamo sempre essere all'erta o concentrati nelle nostre battaglie!
    Quindi... non pensanre a niente per tutto il tempo che vuoi e che ritieni giusto. Poi, magari, al risveglio ti consiglio di riaprire gli occhi della mente e del cuore molto, molto, moooolto lentamente!!!
    TI BACIO!

    RispondiElimina
  14. Devo ammettere che vengo poco a visitarti e non faccio quasi mai commenti (questo accade in verità anche per gli altri blog). Ho poco tempo, specie in questi ultimi mesi, ma devo sinceramente dirti che la lettura delle tue idee, così semplicemente espresse, ma mai in forma superficiale, mi lasciano sempre un carico di arricchimento interiore. Grazie comunque sempre per le emozioni che mi trasmetti e che mi lasci condividere, leggendoti.

    RispondiElimina
  15. Ti auguro una buona settimana!
    Un abbraccio grosso grosso!

    RispondiElimina
  16. Ciao Carissima Nicole, mi hai fatto venire in mente un giochino. " Chiudi gli occhi, non pensare a niente...........un attimo fa eri felice! " bello è? Buona Giornata.

    RispondiElimina
  17. Cara Nicole, eccomi qua...Credo che ci siano periodi nella nostra vita in cui sia estremamente necessario raggiungere questo NIRVANA del non pensare assolutamente a nulla...Pessoa esprime il significato in maniera maestrale, la scelta non è a caso, fra le mille poesie dedicate al nulla...E' un cullarsi nella freschezza dell'abbandono della pace dei sensi...ma ci leggo una punta di disagio...quella posizione innaturale che genera un fastidio...e lascia quel sapore di amarezza sulla bocca dell'anima...allora occorre estraniarsi da tutto e da tutti...pensando al nulla....ritrovando sé stessi........

    RispondiElimina
  18. se non pensi niente non commento niente. e se non dici nulla ti rispondo nulla.
    però il non pensiero ha un suo paradosso: che generalmente gli altri ci costruiscono pensieri e parole per elogiare il tuo non pensiero

    RispondiElimina