lunedì 26 aprile 2010

I maniaci della mia vita...


Odio prendere l'autobus, l'ho fatto raramente nella mia vita ... E su dieci volte che l'ho preso, cinque sono stata oggetto di molestie sessuali. Dallo striscio, alla mano morta. Una volta un ragazzo seduto dietro di me, oltre ad alitarmi sulla nuca, mi sciorinò un repertorio di sconcezze mai sentite. Mi girai inviperita e lo apostrofai dandogli del porco. Per tutta risposta a momenti mi fece passare per mitomane.
Quando ero più piccola nella fase timidezza, tendevo a non reagire, rimanevo impalata , rossa in viso e umiliata. Crescendo ho cominciato a reagire.

Un'altra volta scaricai il mio tacco sul piede di un uomo anziano che mi aveva toccato le tette. Avvenne tutto in silenzio. Il mio sfregio e il suo incommensurabile dolore furono consumati nel caos di un pullman strapieno e ignaro.

Un altro tentò di baciarmi, così di colpo...Ma non infierii perché fu simpatico e si scusò ad alta voce.

Altra fonte di maniaci sessuali è il cinema. Ero con mio padre e un tizio venne a sedersi vicino a me...cominciò ad agitarsi e toccarsi. Mi alzai di scatto, dicendo a mio padre che non mi sentivo bene e ce ne andammo. Da allora mi siedo sempre in mezzo a gente che conosco.

Ma quello che non avevo previsto e mai immaginato fu quello di essere vittima e oggetto sessuale da parte del mio stesso genere femminile.
Mio padre stava facendo vedere dei progetti ad una coppia con una figlia della mia età, allora avevo 19 anni. Questa mi guardava con degli occhi maligni e perversi...io imbarazzata evitai di guardarla...mi si avvicinò e mi toccò il sedere. Divenni rigida come un pezzo di ferro e mi diedi alla fuga andandomi a sedere nel salottino adiacente.
Mi seguì e venne a sedersi vicino a me. Mi mise una mano sulla coscia cercando di andare oltre, mentre lasciava scorrere la lingua con lascivia e porcaggine sulle sue labbra.
Ricordo che pensai : Oh cazzo! Sto sognando è un incubo, ma perché succede tutto a me!?

Mi alzai di scatto e dissi di getto: Ma vaffanculoooo!

E me ne andai via... Ci pensai per più giorni, con un senso di schifo enorme.

Avevo 23 anni e stavo andando al mare con un'amica, quando ad un semaforo mi affiancarono due donne molto mascoline con una macchina tamarra e volgare quanto loro. Musica a manetta e sguardi da predatrici. Ci dissero di fermarci più in là per un caffè. Ricordo che trattenendo a stento di ridere rispondemmo, no grazie. E fu l'apoteosi! Credo fossero brille e anche un tantino drogate. Cominciarono affiancandosi in movimento a fare gesti osceni, urlando tutto il Kamasutra che avrebbero voluto attuare con noi. La mia amica era terrorizzata, io guidavo e ridevo in piena crisi isterica , ma anche divertita dalla situazione sui generis. Era un presto pomeriggio di un mese di luglio, in quel pezzo di strada c'eravamo solo noi e quelle due pazze. Si prospettava un tranquillo weekend di paura. La mia amica che urlava a me, che cazzo ti ridi! Io che ridendo le dicevo smettila di far vedere che hai paura...Loro che si alzavano e mimavano atti osceni. Una situazione così grottesca che ancora oggi , mentre scrivo rido di gusto.
La mia macchina era meno potente della loro e non potevo seminarle...ci salvò un 'area di servizio e una pattuglia dei carabinieri. Loro invertirono la marcia mentre io e la mia amica imbarazzatissime raccontammo l'episodio ai due ufficiali. Giuro di aver visto sorridere imbarazzati anche i carabinieri.
Ma a parte l'aspetto divertente, anche in quel caso mi rimase un senso di rabbia e impotenza.
( Ma avrei 'venduto' cara la mia pelle)

Per non parlare dei maniaci da spiaggia. Io vado al mare in orari meno caotici, ma cerco sempre di mettere l'ombrellone vicino a famigliole...ma quando non ho potuto, mi sono sempre beccata il masturbatore di turno. Da quando ho Ciccio , il problema è risolto...alla vista del cane si arrendono alla mancanza di pippe gratis.

Insomma stare tranquille non è sempre facile, c'è sempre qualcuno/a che concepisce la propria vita nel rendere invivibile quella degli altri. E se sei single e non hai un cane dietro, cercare dei posti tranquilli e al riparo dai maniaci è molto difficile.
Oggi come oggi credo non avrei più la pazienza di prima e ho paura che reagirei in modo meno elastico. Trovo che sia una forma di prevaricazione invasiva, ma anche sottile e insidiosa. Quel qualcosa che ti lascia sempre con l'amaro in bocca.















18 commenti:

  1. Vado a regalare un Rottweiler a mia sorella ...

    RispondiElimina
  2. un saluto di fretta... per farti sapere che sono qui.
    Giornate difficili... mia mamma è caduta ...
    Un abbraccio
    Joh

    RispondiElimina
  3. Wow!!
    Looks cool ......

    :)
    :)

    RispondiElimina
  4. ma se un culo di femmina merita non si può negare che stimola alla palpatina; e non dirmi che non ti piace se a toccartelo é l'uomo col quale fai volentieri sesso. Comunque se é ben fatto, anche chi lo porta in giro sa che é soggetta alla palpata clandestina.
    Ecc.ecc., dico solo che dalle mie parti a proposito dellle toccate e fuga di un grazioso culetto di donna c'é un detto: Gelosa di culo amante di padulo...e credimi, é un detto di come vanno le cose in materia e da sempre.

    Come sai si scherza, ma noterai come questo post non é molto commentato...ma l'ironia e il ridersi addosso non é da tutti.

    Ciao Nicole, brava e coraggiosa.eros

    RispondiElimina
  5. @Eros
    ci sono disguidi, ho perso molti commenti, perché Blogspot ha problemi...giusto per precisare:)

    RispondiElimina
  6. Si'. Blogger ha da ieri alcuni problemi che riguardano i commenti. Pare al momento tutto risolto, ma conoscendo come funzionano le cose all'interno del team di supporto, so che i problemi continueranno anche nei prossimi giorni. Purtroppo sono lenti ad aggiustare le cose.

    Per tornare invece al tema del post ed alla frase in cui dici "Ma avrei 'venduto' cara la mia pelle".
    Sappi che esiste una differenza fra una donna lesbica (anche se molto mascolina) ed un uomo. Una lesbica molto ma molto raramente arrivera' a forme di violenza sessuale. Puo' importunarti, puo' essere volgare, puo' anche arrivare allo stalking, ma violentarti mai. Neanche se sono in piu' donne. A meno che nel gruppo non ci siano anche degli uomini. Per cui non corri alcun pericolo.
    Quando invece ti trovi di fronte ad un uomo arrapato ed un po' matto, anzi a piu' uomini su di giri, allora il pericolo diventa tangibile.
    Non e' per difendere un genere o l'altro, ma proprio perche' mentre l'impulso alla violenza sessuale e' un fatto acclarato nel maschio, anche se normalmente tende a reprimerlo, nella femmina e' quasi del tutto inesistente.

    RispondiElimina
  7. nicole, dov'eri finita?
    riguardo al post ti diro' che pure io ho avuto avance da parte di uomini,ahime,in percentuale piu' alta rispetto alle donne,dimmi tu a cosa puo' essere dovuto ;-),comunque sempre in modo garbato e mai cosi' sfacciatamente invasivo.
    questo mi permetteva di cavarmela con un semplice no.stranamente ho trovato piu' insistenza nelle donne ,forse perche' meno propense ad accettare un rifiuto.
    da un lato e' certamente gratificante ,ma quando la cosa e' volgare e reiterata altro che cane,armati di mazza da baseball

    RispondiElimina
  8. Beh se ti giunge il mio commento, direi: ma dove vivi? maniaci, voyeur, masturbatori... ti manco solo lo zoofilo che lo eccita Ciccio e poi il quadro è completo.

    Dovresti provare una spiaggia nudista, peró appartata: lí almeno il corpo, maschile e femminile, é scevro di qualsiasi connotazione sessuale.

    RispondiElimina
  9. Finchè si tratta di un complimento fatto ad alta voce per strada o di qualcuno che ti fissa...si può anche accettare..Ma cose così no!

    Anche a me è capitato qualche episodio simile, compresi i tentativi di donne...ma non così tanti!!!
    Aiuto!eheheh

    RispondiElimina
  10. Minchia..anch'io ho avuto la stessa reazione di vagamundo..ma 'ndò cazzo vivi?
    Forse non ci faccio molta attenzione ma in spiaggia di cose così non ne ho mai viste...ed onestamente la figura del "masturbatore da spiaggia" mi fa ridere...anche pensando alla sabbia ed alla facilità con cui si insinua in ogni dove....
    Ma molto più probabilmente, essendo uomo, non ho mai fatto caso a queste cose e non le ho mai subite.
    Del resto, il commento di eros (per quanto "scherzoso") mi fa capire che una certa parte degli uomini vive come "normale" toccare il culo ad una donna e quindi conferma l'esistenza di un mondo che non conoscevo.
    E pensare che per un bel pò di tempo ho pensato di essere il cattivo di turno perchè andavo a zoccole...confronto a certa gente che c'è in giro sono un santo..
    a.y.s. Bibi

    RispondiElimina
  11. credo sia inutile negare che molti uomini hanno un'idea piuttosto *elementare* del corpo femminile...e, spesso, anche solo con le parole riescono a fare molta violenza

    RispondiElimina
  12. Sapessi quante ne ho da raccontare io.....
    So perfettamente cosa intendi...
    Che schifo.
    Mi viene il disgusto solo al pensiero.
    Ricordo...che quando ero una piccola adolescente...arrivai al punto di portare sempre con me, un taglia-balsa in tasca....
    Praticamente uscivo armata...
    ed a ragion veduta...
    mah?

    RispondiElimina
  13. Anche a me e' capitato di raccogliere attenzioni da uomini, una volta uno si e' messo a fissarmi e a sorridermi in modo cosi sfacciato che sono rimasto li imbarazzato e non sapevo piu' che fare. Mi sono sentito come un antilope che per andare ad abbeverarsi al laghetto e' rimasta isolata dal branco con un predatore che la puntava ;-)

    Quella e' stata l'unica volta in cui mi sono sentito, quasi quasi in pericolo o cmq in seria difficolta'.

    :-) Occhio ai mezzi pubblici, sono il covo di ogni tipo di molestatore ;-)))

    RispondiElimina
  14. Episodi simili sono capitati diverse volte anche a me in luoghi pubblici, come treno, stazione o bar, e anche in luoghi privati, considerati protetti, per mano di parenti o conoscenti.
    Nell'età adulta sono situazioni che si riescono a gestire facilmente mentre da adolescente è più difficile levarsi di dosso la sensazione di schifo che ti accompagna per tutta la vita.

    RispondiElimina
  15. Mi sono sempre domandato che piacere c'è a fare qualcosa contro il volere dell'altra persona....Non lo capisco , ma purtroppo c'è sempre qualcuno che riesce a provare questo piacere.....
    Per fortuna sono uomo,... ciao

    RispondiElimina
  16. Ciao Nicole!
    Sono cose che lasciano il segno, specie se subite da giovanissime. Potrebbero portare a sviluppare insicurezza e aggressività. Da adulte ci si può difendere meglio nella maggioranza dei casi.
    Un po' fuori dal comune l'aggressione delle due "predatrici"... Che donne di gran classe!

    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  17. @ Kameo: mentre da adolescente è più difficile levarsi di dosso la sensazione di schifo che ti accompagna per tutta la vita.

    Vero. A meno di non immergersi catarticamente fino in fondo nella melma.
    Conosco piu' di una ragazza che, avendo subito assai piu' di una semplice molestia, ha scelto di percorrere certe strade proprio per togliersi via quello schifo nel tentativo d'invertire il suo ruolo da vittima a carnefice.

    @ Milo: Un po' fuori dal comune l'aggressione delle due "predatrici"... Che donne di gran classe!

    Immagino che non fossero avvenenti, ma con due tizie del genere, credo che mi sarei divertita. :-)

    RispondiElimina
  18. Ciao Nicole,

    Anche a me sono successe diverse cosine, spesso quando viaggiavo da sola , soprattutto in treno,posso dire che mi è capitato di tutto : dalla proposta di matrimonio , il maniaco semi psicopatico , all'esibizionista in stazione che si teneva l'uccello in mano fissandomi ...brr.....,potrei scriverne un libro )ma non ne sono mai rimasta turbata e ancora meno scioccata ,non capisco la mia indifferenza, credo che mi sentissi più spettatrice di uno spettacolo scurrile e grottesco , un pò come in un grande circo..e presa dalla curiosità e dalla voglia di capire che finivo per dimenticare l'anomalia della situazione ..

    RispondiElimina