venerdì 27 maggio 2011

Tempo

Mulinelli di polvere


seccano lacrime


già fermate dal tempo




tutto ruota


senza soste


mentre muta


ingoia rospi


che gracidano dentro




crepitio di vetri


frantumati


mentre scalza


impara a camminare


senza lasciare traccia




ma solo rumore






Muta cammina


nell'eco di risate


mentre la notte avanza


tra incubi e speranze...






Di un giorno


che arriva sempre troppo presto.






4 commenti:

  1. che bella! è tua?
    baci baci viv

    RispondiElimina
  2. L'arte di non lasciare tracce si impara sull'orma di vetri rotti,anche se le orme sono indelebili nell'anima.

    RispondiElimina
  3. Sempre troppo presto... Grande Zia... Un abbraccio...

    RispondiElimina